Energia sostenibile: pannelli fotovoltaici, come sfruttarli meglio?

Energia sostenibile: pannelli fotovoltaici, come sfruttarli meglio?

Energia sostenibile: pannelli fotovoltaici, come sfruttarli meglio?

L’uso dei pannelli solari come fonte di energia rinnovabile

Quante volte abbiamo sentito parlare di svolta green, di energie sostenibili, della necessità di trasformare l’attuale modello industriale e civile in qualcosa di più sostenibile in termini di consumi energetici, ma quante volte queste parole sono state disattese?


Pannelli fotovoltaici e impianti sportivi

in tutto il territorio nazionale esistono dei luoghi che sembrano fatti apposta per l’installazione di pannelli fotovoltaici, questo perché offrono metrature di dimensioni maggiori rispetto ad altri posti.
Non ci stiamo riferendo a immensi campi incolti o aeroporti in disuso, ma qualcosa di molto più semplice ed infinitamente più capillare nel territorio: I palazzetti dello sport ed i centri commerciali.

Questi luoghi infatti hanno tutti i presupposti per poter usufruire di cellule fotovoltaiche non solo sui tetti, ma anche su eventuali parcheggi coperti, che così facendo avrebbero il duplice scopo di produrre energia sostenibile per l’ambiente e creare un servizio in più per gli utenti tramite la copertura del parcheggio.

Purtroppo in Italia sappiamo bene che la burocrazia molto spesso è disincentivante, ed inoltre molte di queste opere, come gli impianti sportivi, sono di proprietà statale, provinciale o comunale.

Negli Stati Uniti, dove gli investimenti privati sono molto più presenti ed incentivati, queste strutture sono spesso di proprietà delle società sportive stesse, le quali facendo investimenti in termini di sostenibilità ambientale non possono trarne che vantaggio, sia come brand che economico, tramite un ritorno (ROI) negli anni a seguire.

Il settore delle energie rinnovabili è infatti molto fiorente ed in espansione, e questa pratica di utilizzarle negli impianti sportivi per alcune società sportive di primo livello è addirittura un vanto.
Un esempio concreto è il Mercedes Benz Stadium, dove gioca la squadra di football americano degli Atlanta Falcons, dove si punta a coprire l’intera area parcheggi con i pannelli per la creazione di energia elettrica sostenibile.

Questo uso sempre più intenso dell’energia fotovoltaica ha fatto si che negli USA ci sia stato negli ultimi anni un sensibile calo del prezzo dei pannelli solari, facendo si che un impianto per energia solare sia economicamente sostenibile.

In Europa esistono molte strutture sportive dove è stato installato un impianto di energia solare, o sui tetti o come coperture dei parcheggi.
Un esempio ne è lo stadio di Monaco di Baviera, la famosa Allianz Arena, come da fotografia:

energia-solare-copertura-stadio

Un esempio tutto italiano di struttura sportiva con impianto ad energia solare è lo stadio di Verona, il Bentegodi, dotato di più di 13.000 pannelli fotovoltaici che producono 1 Megawatt all’anno.
Anche lo stadium della Juventus, di proprietà della società sportiva, usa l’energia solare sia per l’illuminazione che per la produzione di acqua calda. Insomma, basta volere e anche in Italia si può fare.

Parcheggi ed energia solare, i vantaggi

Quali sono in termini pratici i vantaggi di queste installazioni?

I vantaggi di dotare i grandi parcheggi di pannelli solari come coperture sono indubbiamente numerosi, proviamo a riassumerli:

  • Incentivi fiscali e finanziamenti riducono di molto i costi per l’impianto.
  • Guadagno in termini di brand, in quanto oggi tutto quello che è biologico, green, sostenibile, è visto di buon occhio.
  • E’ indubbiamente un servizio per l’utenza, sia d’inverno che d’estate, garantendo un riparo alle intemperie ed al sole per l’auto.
  • Vantaggio economico sui costi energetici in bolletta grazie anche ai nuovi sistemi di accumulo energetico.
  • Possibilità di utilizzare l’energia anche per l’utenza, ad esempio creando colonnine per la ricarica rapida dello smartphone.


Pannelli energia solare e sostenibilità ambientale

Di contro, se l’energia solare prodotta con pannelli fotovoltaici è considerata energia pulita, bisogna anche guardare il rovescio della medaglia, cioè che per poter dire che sia davvero sostenibile bisogna che lo sia dall’inizio fino alla fine del ciclo.

Infatti, prima o poi i pannelli solari arrivano all’esaurimento perdendo di efficacia, e si presuppone che gli elementi che compongono le cellule arrivino ad essere degradate dopo circa 25 anni di utilizzo, poi dipende anche a quale tipo di intemperie sono sottoposte.

Lo sa bene chi ha deciso di installare un impianto fotovoltaico sul tetto di casa quando ancora questa tecnologia era agli inizi, perché se si prova a portare un pannello solare in disuso in qualsiasi eco-centro, ci si sente rispondere che si tratta di “rifiuto speciale“, in quanto contiene anche elementi rari o pericolosi.

Per questo motivo, negli ultimi anni il problema dell’eventuale smaltimento e riciclo degli elementi è tenuto conto fin dalla iniziale progettazione dei pannelli, per fare in modo che all’esaurimento siano più facilmente smontabili e magari anche esenti di materiale plastico, altra fonte importante di inquinamento sia diretto che indiretto.

ecologista